Wine&veg – Budino di spinaci e ricotta con crema al grana padano | iTiVu Abruzzo Internet Television
Loading the player...

Wine&veg – Budino di spinaci e ricotta con crema al grana padano

Mi piace 0 1425 Redazione
Aggiunto da 24 Gennaio 2018

Un piatto morbido, delicato e sfizioso, perfetto come antipasto

Ingredienti per 2 persone:

  • 150 g di purea di spinaci (precedentemente passata in padella antiaderente con un po’ di cipolla bianca)
  • 200 g di ricotta
  • 3 uova
  • sale
  • pepe
  • 80 g di grana padano

Per la crema al grana padano

  • 100 g di ricotta
  • 80 g di grana padano grattugiato finemente

 

Procedimento
In una ciotola unite alla purea di spinaci, precedentemente passata in padella con un po’ di cipolla bianca, la ricotta, le uova e il grana padano; aggiustate di sale e pepe e passate tutto con il minipimer. Imburrate gli stampini (quelli da crème caramel usa e getta vanno benissimo) e versate l’impasto fino al bordo.  Cuocete in forno a bagnomaria come un normale crème caram el per circa 40 minuti a 150°. In un’altra ciotola amalgamate la ricotta con il grana padano grattugiato (aggiustando di sale all’occorrenza). Una volta sfornati i budini fateli stiepidire, mentre in un pentolino scaldate la crema al grana padano. Disponete un piccolo letto di crema e adagiateci sopra il budino. Guarnite con pomodorini conditi semplicemente con sale e olio.

Il nutrizionista Giulio Maria Ranalli
In questa ricetta troviamo quattro elementi: gli spinaci, la ricotta, l’uovo e il grana padano. Gli spinaci sono una verdura ricca di fibre alimentari e in quanto tali favoriscono il transito intestinale. Oltretutto sono una fonte importante di ferro (curiosità: in passato un chimico che stava elaborando la tabella nutrizionale degli spinaci spostò una virgola per cui il quantitativo di ferro risultò dieci volte maggiore!). Oggi sappiamo che non è così, anche se l’apporto di ferro è comunque elevato. Ricchi di vitamina C, gli spinaci andrebbero consumati spesso. La ricotta è un derivato del latte, un formaggio ricco di proteine ad alta qualità biologica. L’uovolo possiamo considerare come il principe degli alimenti proteici proprio per l’alta qualità delle proteine e degli aminoacidi che compongono principalmente il bianco, l’albume, che è fonte di vitamina A, vitamina E (o Tocoferolo, potentissimo antiossidante) di vitamina D e di una serie di altri micronutrienti. Il grana padano, cugino del parmigiano reggiano, è un formaggio stagionato di 12 o 24 mesi e più, che contiene una modestissima quantità di lattosio e quindi tollerato anche da chi è intollerante a questo zucchero, sempre facendo attenzione all’apporto calorico (molto elevato in questo alimento).

Il sommelier Francesco Properzi Curti
La ricetta di oggi è una soluzione perfetta per chi sta pensando a un antipasto o preferisce un piatto che dia soddisfazione pur rimanendo leggeri. La tendenza dolce (e non dolcezza, come ho spesso spiegato) di uova, ricotta fresca e spinaci, ben si abbina con un vino fresco, dotato di una buona acidità e dalla giusta sapidità. Il profumo, l’intensità e la persistenza del grana padano, oltre al pizzico di spaziatura del pepe, mi suggeriscono un vino di corpo, intenso e con una buona persistenza aromatica. Come il pecorino IGT Colli Aprutino di Torri Cantine.

Video correlati

Wine&Veg – Involtini con foglie di vite

0 935 0

Involtini con  foglie di vite In questo nuovo programma vi mostreremo come preparare ricette alternative e piatti tradizionali, creativi e facili da preparare. In quest’avventura ci aiuterà Paola Mariani, chef vegetariana abruzzese, che nella puntata di oggi ci insegna come

Wine&Veg – Ribollita toscana

0 1284 1

Ribollita toscana Tipico piatto toscano con un tocco di cucina abruzzese In questa puntata di Wine&Veg vi presentiamo la classica Ribollita toscana con una piccola rivisitazione di Paola Mariani, che ha utilizzato gli ingredienti tipici della ribollita, come verdure e

Wine&Veg – Pasta al pesto di finocchi e nocciole

0 1493 0

Pasta al pesto di finocchi e nocciole   Un primo piatto facile da preparare e piacevole da gustare Ricetta con una tendenza morbida che si abbina perfettamente con l’acidità di alcuni dei suoi ingredienti, con l’immancabile tocco di originalità di

Nessun commento

Ancora nessun commento!

Ancora nessun commento!

Ma tu puoi essere il primo a scriverne uno

Scrivi un commento

I tuoi dati sono al sicuro!

La tua email non sarà pubblicata. Nessun dato personale sarà reso pubblico.
I campi necessari sono contrassegnati*