TIMORE DEI VACCINI: ”ZERO RISCHI, IN ABRUZZO SI FA”

TIMORE DEI VACCINI: ”ZERO RISCHI, IN ABRUZZO SI FA”

Mi piace 0 1204 Francesca Febbo
Aggiunto da 4 Novembre 2014

L’AQUILA – L’Abruzzo dice “Si” alle  vaccinazioni.

Il “timore” di un legame tra il vaccino trivalente non obbligatorio contro morbillo, parotite e rosolia (Mpr) e l’insorgenza dell’autismo ha generato negli ultimi tempi dubbi e paure, che non hanno pero fermato i genitori della regione, che scelgono di proteggere i loro figli attraverso la vaccinazione.

Le smentite fatte dalla comunità scientifica hanno probabilmente fatto scemare questa ipotesi, rivelando cosi un falso allarme. Il presidente della società italiana di pediatria (Sip), Giovanni Corsello, ha spiegato che “studi che sono stati fatti e altri sono in corso non hanno evidenziato alcun legame”.

“Si tratta di disinformazione sanitaria”, ribadisce il direttore del dipartimento di Prevenzione della Asl 1 Avezzano-Sulmona-L’Aquila, Giuseppe Matricardi, definendole “teorie senza fondamento scientifico, spesso diffuse attraverso il web, in cui le informazioni non vengono filtrate”.

“La mancata vaccinazione è considerata una malpractice (ovvero malasanità dovuta a negligenza, ndr), salvo che il genitore non faccia espresso dissenso informato – spiega ancora – Quest’ultimo può essere fatto solo per le vaccinazioni facoltative. Noi comunque segnaliamo sempre l’eventuale decisione all’autorità minorile”.

La cosa fondamentale, però, è che la copertura delle vaccinazioni sia sempre del 100%, in modo che il morbo non si diffonda nel territorio e non costituisca un rischio per gli adulti.

“Prendiamo per esempio il morbillo: se non si arriva alla percentuale massima, si possono accumulare delle sacche ‘suscettibili’ – chiarisce Matricardi – che possono portare a fiammate di malattia che, se presa in età adulta, diventa molto pericolosa. Per alzare il livello di queste coperture, siamo in chiamata attiva, ovvero richiamiamo chi non si è presentato al vaccino, anche con l’ausilio dell’anagrafe informatizzata che stiamo mettendo a punto”.

Spesso pero possono verificarsi effetti collaterali,  poiché il vaccino serve a stimolare gli anticorpi per quella determinata malattia.

“Possono esserci manifestazioni come febbre, per esempio, ma questo non deve spaventare – spiega Giovanni Farello, professore aggregato Clinica pediatrica dell’Università dell’Aquila e responsabile del centro regionale di riferimento di Auxologia e disturbi della crescita – Si tratta di una reazione fisiologica, significa che il vaccino sta funzionando. Anzi, se un bambino ha una reazione vaccinale più importante rispetto alla media, dobbiamo figurarci in che maniera grave risponderebbe alla malattia. Vaccinarsi è importante e i genitori possono stare sicuri, non contengono sostanze tossiche”.

Francesca Febbo

Video correlati

”L’AQUILA DANZA” A FIRENZE PER UNO SPETTACOLO CONTRO L’ANORESSIA

0 1601 0

L’AQUILA – L’associazione ‘L’Aquila danza’ sarà a Firenze per partecipare a ‘Danza in fiera’ un originale evento fieristico internazionale dedicato alla danza e al ballo, che, come ogni anno, si sta svolgendo alla Fortezza da Basso e continuerà fino a

Bungee jumping sulla Majella, riapre il centro di Salle

0 12394 2

Dopo vent’anni riapre il Bungee center del ponte di Salle, in provincia di Pescara. Immerso nel Parco nazionale della Majella, è l’unica struttura attiva del centro sud, nonché la più alta: oltre 100 metri di dislivello sul fiume Orta, lungo

2016: L’ANNO LUNGO UN SECONDO IN PIU’

0 1248 0

È così: il 2016 sarà l’anno dell’aggiunta di un secondo intercalare. Questo il nome ufficiale del secondo che verrà aggiunto quest’anno. Alle 23:59:60 precise del prossimo 31 dicembre, infatti, gli orologi si fermeranno, allungando quindi di un intero secondo i festeggiamenti di capodanno, per sincronizzarsi con la

Nessun commento

Ancora nessun commento!

Ancora nessun commento!

Ma tu puoi essere il primo a scriverne uno

Scrivi un commento

I tuoi dati sono al sicuro!

La tua email non sarà pubblicata. Nessun dato personale sarà reso pubblico.
I campi necessari sono contrassegnati*