Serata D’Annunziana nella Roma del Piacere

Mi piace 0 627 Redazione
Aggiunto da 13 dicembre 2017

Read, eat, dream, si sviluppa così l’acronimo di RED Feltrinelli, il nuovo “format”della casa editrice che unisce due grandi piaceri della vita: la lettura e il cibo. Espressioni culturali che fanno sognare con la fantasia, o con le apoteosi di gusto proposte da abili chef. Come nel caso della serata dedicata a Gabriele D’Annunzio, dove i piatti della tradizione abruzzese (tanto citati nelle sue opere), reinterpretati da Chef del calibro di William Zonfa (Magione Papale, una stella Michelin), sono stati abbinati a vini d’eccellenza e accompagnati da musiche e versi del Vate, decantati dall’attrice Franca Minnucci. Una serata piacevolissima, svelata senza reticenze a Roma, nel punto Red Feltrinelli di via Tomacelli, tra le strade del Piacere di D’Annunzio.

Il menu della serata avrebbe appagato lo stesso D’Annunzio, a partire da “Il Libro Segreto”, un mix di antipasti finger food con l’immancabile il tramezzino, inventato e tanto amato dal Vate. La cena è proseguita con “La Figlia di Iorio”, una zuppa rustica simbolo dell’Abruzzo più verace, per poi passare a quella che il dandy decantava come Arpa Cuciniera, ossia la classica Pasta alla Chitarra, proposta da Zonfa con una riduzione al brodetto vastese. E’ stata poi la volta de “Le Ghiottornie”, lo spaghettone alla carbonara, omaggio al celebre pranzo a Nemi di D’Annunzio. I Paccherini al Melograno con faraone in bianco sono diventati l’emblema di“Donna Claribel” e hanno degnamente anticipato la “Porchetta d’Oro”, tra i piatti preferiti che Il Vate continuava a farsi servire anche quando ormai era lontano dalla sua terra. A chiudere troviamo il “Paniere di Aligi”, un “riassunto” di dolci tipici della terra d’Abruzzo: Sise delle Monache, Bocconotti, Sfogliatelle e il Pan Strozzo, memoria dei pani che i pastori portavano durante la transumanza. Tutte le pietanze sono state accompagnate dai vini della tenuta biodinamica Rosarubra.

I partecipanti alla serata hanno quindi potuto godere di un sodalizio perfetto tra musica, cibo e cultura. L’attrice, interprete e Professoressa Franca Minnucci (nel consiglio direttivo del Museo delle Genti d’Abruzzo e autrice del Carteggio Duse-D’Annunzio affidatole dal Comitato Scientifico de Il Vittoriale degli Italiani) ha recitato i versi del poeta, Maddalena Santeroni (Presidente Associazione Amici dell’Arte Moderna a Valle Giulia di Roma e autrice del libro “La cuoca di D’Annunzio”) ha dato testimonianza della passione, quasi ossessione, che Il Vate aveva per il cibo e di tutte le sue incessanti richieste alla cuoca Albina. Ospiti d’eccezione: Maria Luisa Di Luzioesperta collezionista di testi e cimeli dannunziani e Lucia Arbace, Responsabile del Polo Museale dell’Abruzzo de L’Aquila.

Presenti in sala anche il regista e sceneggiatore italiano, Giuseppe Piccioni e l’abruzzese Fabrizio Provinciali, assistente alla regia nel film di Sorrentino “La grande bellezza”.

Alla regia dell’evento Maria Stefania Peduzzi di Rustichella d’Abruzzo, in collaborazione con Red Feltrinelli.

Menù della serata:

Il diario segreto: antipasti finger food

La Figlia di Iorio: Zuppa di farro, fagioli tondino del tavo e verdure di campagna
Trebbiano Rosarubra 

L’Arpa cuciniera: Chitarra al brodo vastese
William Zonfa – Magione Papale
Cerasuolo d’Abruzzo Rosarubra

Le ghiottorne (Pranzo a Nemi): Spaghettone alla carbonara
Marco Mazzone – Ambassador Chef Rustichella d’Abruzzo
Triluna Rosarubra 

Il diario di Donna Claribel: Paccherini con faraona, chiodi di melograno e crosta di maiale
Michele Papagno – Ambassador Chef Rustichella d’Abruzzo
Montepulciano d’Abruzzo Rosarubra

Una cosa grande: La porchetta d’oro (porchetta in miniatura con gelatina di cotogna)
Christian Di Tillio – Il Ritrovo d’Abruzzo
Intimo Rosarubra

I dolci del paniere di Aligi (dolci tipici abruzzesi: sise delle monache, bocconotti, sfogliatelle)

(Valentina Tenaglia)

Video correlati

SHAKESPEARE: ANCORA OGGI IL MIGLIOR SCENEGGIATORE DI SERIE TV

0 576 0

A quattro secoli dalla morte (23 aprile 1616), le opere di William Shakespeare rimangono fonte inesauribile delle storie che seguiamo oggi in tv. Del resto, non è forse ritenuto il miglior drammaturgo della storia?   Molto si spiega con l’universalità dei

BIRRA AQUILANA ALKIBIA: ”ECCELLENZA D’ABRUZZO”

0 460 0

L’AQUILA – La birra aquilana Alkibia Saison tra i 28 prodotti considerati eccellenze abruzzesi. La ‘bionda’ della Demetra cooperativa sociale onlus con sede nel capoluogo,  ha vinto infatti il primo posto della categoria bevande (sezione birra) della seconda edizione Premio Qualità

SCELTA CONSCIA E SCELTA INCONSCIA

0 633 0

“Tutte le decisioni definitive sono prese in uno stato d’animo che non è destinato a durare.” [Marcel Proust] Ci si convince sempre che le scelte che compiamo siano dettate interamente dalla nostra volontà e ci sorprendiamo invece che talvolta, le

Nessun commento

Ancora nessun commento!

Ancora nessun commento!

Ma tu puoi essere il primo a scriverne uno

Scrivi un commento

I tuoi dati sono al sicuro!

La tua email non sarà pubblicata. Nessun dato personale sarà reso pubblico.
I campi necessari sono contrassegnati*